CRISTALLI DI POESIA & CRYSTALS OF POETRY

Affresco


La Velata è un dipinto a olio su tavola (85x64cm) di Raffaello Sanzio, databile al 1516 circa e conservato nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti a Firenze

 

File:Raphaël - La Velata.jpg

Dettaglio della manica

Descrizione  da Wikipedia

Su uno sfondo scuro una giovane donna è ritratta a mezza figura, voltata di tre quarti verso sinistra. Il titolo tradizionale deriva dal capo velato. Il braccio sinistro è appoggiato su un ipotetico parapetto appena sotto il bordo inferiore del dipinto, mettendo ben in evidenza la manica rigonfia, dove la seta crea profonde pieghe e riflessi lucidi di straordinaria qualità, con preziose variazioni di bianco su bianco. Grande cura è riposta anche nella rappresentazione della camicia increspata sul petto, evitando qualsiasi schematismo. Il volto, dalle linee purissime, è incorniciato dalla massa scura dei capelli e dall’ombra del velo, evidenziandosi, con effetti di sfumato derivati dall’esempio di Leonardo. La mano destra è portata al petto, un gesto teatrale che di solito indicava la devozione religiosa.I ricami dorati, la collana con smalti figurati, il diadema con pendente di pietre preziose e con una perla ricordano l’alto status sociale della donna. Da un punto di vista stilistico, con questo ritratto Raffaello segnò il superamento delle esperienze fiorentine, dove si poteva ancora cogliere l’influenza di Leonardo e una marcata plasticità. Nella Velata infatti la luminosità è più diffusa e maggiore è la libertà tecnica, verso un traguardo di perfezione formale assoluta. L’idea del volto incorniciato, come nelle Annunciate, evidenzia l’intensità dello sguardo e la bellezza del volto della modella, per poi spostare l’attenzione, tramite giochi di linee di forza, verso l’incomparabile brano della manica.

Affresco

Nuvole  piccoli volti
gonfie di tenui candide gote
soffia un vento
che ne’ modella l’umano viso

cielo muto
ritrovo rovi e siepi nel crepuscolo

un affresco
fazzoletto di tela
visione senza tempo ne’ spazio

passioni e delusioni
interpretazione visiva
oltre i confini dell’universo
oltre  il visibile  oltre me stessa.

Cresy Caradonna Crescenza
Trentaluglioduemiladodici

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 30 luglio 2012 alle 16:14. È archiviata in Arte, Poesia e Pittura con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Grazie a tutti!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: